Aumentare le visite del blog: le 25 migliori strategie per il 2020

Vuoi aumentare il traffico del tuo blog ma non sai da dove cominciare? Guarda i miei consigli testati e collaudati per aumentare facilmente il traffico del tuo blog e mantenerlo.

Leggi di più

Condividi:

Che cosa succederebbe se dicessi che far aumentare le visite del tuo blog non deve essere necessariamente difficile? Se vuoi aumentare il traffico del tuo blog, è necessario utilizzare gli strumenti giusti per vedere un ritorno positivo dell’investimento.

Ma se hai appena avviato il tuo primo blog, da dove dovresti iniziare? Qual è il modo migliore per aumentare le visite verso un blog nuovo di zecca?

Se vuoi trovare i migliori strumenti per il traffico sul blog ma non sai da dove cominciare, questo post diventerà la tua migliore risorsa. Leggilo attentamente, prendi qualche nota dei miei migliori consigli sul traffico e inizia a far crescere il tuo blog oggi stesso.

Potresti avere familiarità con alcuni degli strumenti elencati di seguito, ma il trucco è usarli in modo strategico. Non spartirti tra tutte le piattaforme – non hai tempo per questo.

Quando pianifichi la tua strategia di traffico sul blog e la segui rigorosamente, vedrai risultati più consistenti e a lungo termine. Ed è allora che sei pronto a iniziare a fare soldi con il tuo blog!

Buttiamoci a capofitto!

Come aumentare il traffico verso il tuo sito blog? Ecco le 25 migliori strategie per il 2020

1. Commenta su altri blog

Il commento giusto su un blog molto autorevole può inviarvi un sacco di traffico, individua i blog più importanti nella tua nicchia e inizia a interagire e commentare regolarmente.

Questo farà sì che il blogger e i membri della sua comunità ti notino e visitino il tuo blog, portandoti ad avere più traffico; potresti anche ottenere un link, o un invito al guest blog.

2. Identifica gli argomenti giusti per il tuo blog

Se stai bloggando solo per divertimento, puoi scrivere quello che vuoi.

Ma se sei seriamente intenzionato a far arrivare traffico sul tuo blog, la prima e più importante cosa su cui devi concentrarti è la ricerca per parole chiave.

Che cos’è la ricerca per parole chiave? In poche parole, significa trovare le parole che le persone stanno usando per cercare su Google e altri motori di ricerca. Se si identificano quei termini di ricerca, chiamati anche parole chiave, allora saprai esattamente gli argomenti su cui dovresti scrivere sul tuo blog. Poi, con l’uso di queste parole chiave nel tuo contenuto, i tuoi post sul blog avranno maggiori probabilità di comparire nei risultati di ricerca.

La ricerca sulle parole chiave getta le basi per il tuo blog, in modo da poter attrarre il pubblico giusto che è interessato a ciò che stai offrendo.

Senza ricerca di parole chiave, non riuscirai a convertire il tuo traffico in abbonati e clienti.

Questo perché non scriverai mai sugli argomenti che il tuo target di riferimento sta cercando, e anche se lo fai, non saranno in grado di trovarlo su Google.

Con la ricerca delle parole chiave, è possibile indirizzare le parole chiave giuste per il contenuto, il che aiuta gli algoritmi di Google a capire di cosa si tratta. Questo aumenterà la possibilità che i tuoi articoli spuntino in seguito a una ricerca.

Come si fa la ricerca delle parole chiave? Un modo è quello di iniziare con le idee di un post sul blog e poi fare un brainstorming in diversi modi in cui la gente potrebbe cercare quell’argomento in Google.

A questo punto, inizia a cercare l’argomento tu stesso. Prendi nota dei titoli che appaiono nei risultati di ricerca e delle ricerche suggerite in fondo alla pagina di Google.

Questo ti darà una buona idea di ciò che le altre persone stanno cercando e di come lo stanno formulando.

3. Pubblica più articoli

Uno dei metodi di promozione dei blog più efficaci, ma spesso ignorato, è la pubblicazione di più articoli; una ricerca di Hubspot ha dimostrato che le aziende che pubblicano 16+ post di blog al mese ricevono 3,5 volte più traffico e 4,5 volte più lead rispetto alle aziende che pubblicano da 0 a 5 post al mese.

studio hubspot per aumentare le visite del blog

Neil Patel ha anche rivelato che il suo traffico mensile è passato da 46.134 visitatori a 59.787 visitatori perché ha aumentato la frequenza dei contenuti da 1 articolo a 2 articoli settimanali.

Non importa quale sia la tua nicchia, la ricerca ha dimostrato che pubblicare più contenuti porterà sempre a un aumento del traffico per te; aumenta la frequenza dei contenuti a 2 o più articoli a settimana, e noterai un aumento significativo del traffico verso il tuo blog.

4. Pubblica contenuti più lunghi

La ricerca ha dimostrato che Google e altri motori di ricerca danno la preferenza ad articoli più lunghi e completi; la ricerca di serpIQ che ha analizzato i primi 10 risultati per oltre 20.000 parole chiave è giunta alla conclusione che Google classifica i contenuti che hanno più di 2.000 parole meglio dei contenuti con meno parole.

La ricerca di Buzzsumo, in collaborazione con Moz, che ha analizzato oltre 1 milione di articoli, ha scoperto che gli articoli che sono 3.000 – 10.000 parole ottengono il doppio delle condivisioni e 3 volte i link che i contenuti con meno di 1.000 parole ottengono.

Lo screenshot qui sotto mostra la media delle condivisioni e dei link che gli articoli analizzati ottengono in base al loro numero di parole:

ricerca buzzsumo articoli lunghi

Nota – Nell’articolo di Neil Patel a cui abbiamo fatto riferimento in precedenza, rivela anche che uno dei motivi principali per cui i suoi blog ricevono molto traffico è perché scrive articoli approfonditi e completi; l’articolo medio sul blog di Neil varia da 4.000 a 8.000 parole, e il risultato è che si classifica per molte parole chiave a coda lunga, il che porta a un traffico significativo sul lungo periodo.

5. Creare articoli pilastro (Pillar Article)

Una volta che hai una buona idea degli argomenti che le persone stanno cercando, la prossima cosa da fare è creare una serie di articoli pilastro.

Gli articoli pilastro sono post più lunghi su argomenti più generali relativi alla tua nicchia.

Gli articoli pilastro possono essere lunghe migliaia di parole ed hanno la tendenza ad essere “evergreen”, il che significa che sono contenuti sempre ricercati, e portano moltissimo traffico anche dopo mesi – se non anni – dalla loro creazione.

Gli articoli pilastro ti aiutano a…

  • Portare rapidamente nuovi lettori, condivisioni social e link al tuo blog.
  • Portare più lettori nel corso del tempo anche se il tuo contenuto è sepolto nei tuoi archivi.
  • Portare traffico di ricerca perché molti altri siti eventualmente si collegheranno a loro.

Quindi, come si creano articoli pilastro nel modo giusto, in modo che continuino a generare traffico anche dopo anni?

Ecco alcuni passi per iniziare:

  • Idee di contenuto: Trova un elenco di idee per articoli pilastro che desideri pubblicare sul tuo blog. Questi dovrebbero essere argomenti di alto livello su cui puoi scrivere post di approfondimento.
  • Ricerca: Guarda cosa scrivono gli altri sull’argomento e pensa a come creare contenuti di alta qualità che siano ancora migliori.
  • Calendario editoriale: Costruisci un calendario editoriale e aggiungi queste idee al calendario. Assicurati di darti abbastanza tempo per scrivere degli articoli molto lunghi.
  • Segui il piano: Scegli un programma di pubblicazione e attieniti ad esso, qualunque cosa accada. 

Questa strategia può richiedere del tempo per funzionare, ma è un ottimo modo per costruire nel tempo il tuo pubblico e la tua reputazione. Inoltre, vedrai che il tuo traffico continuerà a crescere nel tempo.

6. Lancia un omaggio/concorso

Vuoi un suggerimento che funziona per ottenere traffico massiccio?

Lanciare un concorso a premio è una grande strategia per far salire alle stelle il traffico del tuo blog e la tua lista email. Un omaggio virale funziona a macchia d’olio perché è una sorta di passaparola per aiutarti ad avere più traffico e iscrizioni.

Josh Earl è riuscito a far visitare il suo blog a 482.044 persone e a far iscrivere 187.991 persone al suo blog in soli 11 giorni.

Allora, come funzionano gli omaggi?

  • Imposta un omaggio/concorso sul tuo blog con un plugin come RafflePress (il miglior plugin di omaggio disponibile).
  • Segnala un prezzo al tuo pubblico per incentivare la partecipazione.
  • Incoraggia i partecipanti a condividere il regalo per guadagnare iscrizioni.
  • Promuovi il tuo omaggio ovunque sul web.

7. Costruisci una lista email

Lo sapevi che, in media, il 70% dei visitatori del tuo sito web si fermerà una sola volta sul tuo blog e non tornerà mai più? Ecco perché costruire una mailing list è così importante. Una lista email può aiutarti a gestire le visite frequenti al tuo sito.

Quando crei una lista email, puoi creare una connessione con i tuoi visitatori inviando loro contenuti preziosi nel tempo.

I visitatori abituali sono più propensi a convertirsi in clienti, rispetto ai primi visitatori. Infatti, gli studi dimostrano che ci vogliono 3-4 visite al tuo sito web per far sì che i tuoi potenziali clienti pensino effettivamente di fare affari con te.

Ciò significa che, mentre gestisci le visite ripetute, stai anche guadagnando la fedeltà dei tuoi abbonati, trasformandoli a loro volta in clienti.

L’utilizzo di moduli optin, come questo popup lightbox, è il modo migliore per far entrare i visitatori del blog nella tua lista di posta elettronica:

esempio lightbox popup

Il miglior strumento di gestione delle email è il Sendinblue. Ti consiglio di iscriverti e di iniziare subito a costruire la tua lista.

Se non hai ancora iniziato a costruire una lista di e-mail, inizia ora. Installa il plugin gratuito SumoMe e usa le loro opzioni di creazione di liste email, tra cui ScrollBar, Popup e Welcome Mat.

8. Sfrutta efficacemente le firme e-mail

Molti di noi interagiscono con centinaia o addirittura migliaia di email ogni mese; puoi sfruttarle inserendo un link al tuo blog nella tua firma email.

9. Guest Post

Uno dei modi più veloci per far crescere il tuo blog è scrivere per i blog di altre persone; in altre parole, puoi cercare un blog molto più grande del tuo e scrivere un articolo per quel blog.

Ti sarà permesso di avere una biografia che include un link al tuo sito nel tuo guest post. Questo può comportare un sacco di traffico per te.

Anche se è in circolazione da un po’ di tempo, il guest post non è morto!

Se fatto bene, è ancora una grande strategia per dimostrare la tua esperienza e guidare il traffico massivo al tuo blog.

Ma non limitarti a scrivere articoli solo per i blog che già conosci, piuttosto, utilizza Google in modo efficace per trovare potenziali blog che accettano i guest post.

Di seguito sono elencati alcuni metodi infallibili che utilizzo per trovarli:

  • Cerca il tuo argomento + “scrivi per noi“, “contribuisci“, o “invia un guest post” per trovare sui blog di approfondimento che accettano i guest post
  • Visita ogni blog che ritieni valga la pena postare un articolo e poi invia loro una proposta di guest posting.

Per esempio, ecco come userei Google per trovare i potenziali blog per i quali pubblicare un guest post.

cercare blog per guest blogging

In più, utilizzando l’estensione Mozbar, evito qualsiasi blog che abbia una Moz DA (Domain Authority) inferiore a 40. In questo modo posso ignorare i blog meno autorevoli e risparmiare tempo a scrivere per blog più influenti con più traffico.

10. Utilizza le email per richiedere i link

Email Outreach è un’altra grande strategia per guidare una quantità folle di traffico verso blog e siti web.

In pratica, si scrivono grandi contenuti degni di link, si rendono ancora migliori e si raggiungono le persone giuste per i backlink. Brian Dean definisce questa strategia la tecnica dei grattacieli “skyscraper technique“.

Questa strategia di ottenere backlink da tutto il web lo ha aiutato a raddoppiare il suo traffico organico in soli 14 giorni.

Dal momento che abbiamo già parlato di come scrivere articoli pilastro in questo post, daremo uno sguardo più approfondito per raggiungere le persone giuste. Questa strategia di outreach è utile per qualsiasi altro scopo, incluso il guest blogging, dove si suppone che tu invii email a diversi editori.

Migliore è il tuo processo di diffusione, più tempo puoi risparmiare e, naturalmente, migliori saranno i tuoi risultati.

Come utilizzare uno strumento di produttività delle email per raggiungere i destinatari

Uno strumento di produttività delle email come Streak, che uso e consiglio, ti permetterà di tenere traccia della frequenza di apertura delle email e dei collegamenti che i destinatari cliccano sulle tue email.

streak crm gmail

Streak è un componente aggiuntivo gratuito di Gmail e Chrome per tenere traccia delle tue attività email e migliorare la tua produttività.

Con i suoi frammenti, è possibile utilizzare una libreria di email scritte di frequente, in modo da non doverle scrivere da zero.

La caratteristica più importante che mi piace di questa applicazione è il suo CRM. Ti permette di integrare un CRM nella tua casella di posta Gmail, in modo da avere una visione a volo di ciò che accade ad ogni email che hai inviato.

Con Streak, non è necessario creare un foglio di calcolo separato o una pipeline per monitorare l’avanzamento di tutte le tue email, dato che è integrato nella tua casella di posta.

11. Aggiungi notifiche Push sul Browser

Fin dall’inizio, le applicazioni mobili hanno utilizzato le notifiche push per aumentare il coinvolgimento degli utenti. Ora la stessa tecnologia è disponibile anche nei browser.

Con le notifiche push, si può mandare un avviso al lettore abituale su un post recente del blog o su qualsiasi altro aggiornamento che si desidera che sappiano. Il nocciolo della questione è che sarai in grado di inviare una notifica al browser dei tuoi utenti anche se non sono presenti sul tuo sito web.

OneSignal è una grande applicazione che consente di inviare notifiche push ai tuoi abbonati. 

onesignal notifiche push

La cosa più bella è che è gratis. Con OneSignal sarà possibile inviare notifiche push illimitate sul web e sul cellulare. Il limite di abbonamento è illimitato per il cellulare e di 30.000 per il web.

12. Traduci i post del tuo blog in altre lingue

Tradurre il tuo blog in un’altra lingua è un modo efficace ma poco conosciuto per aumentare il traffico verso il tuo blog; funziona perché le versioni tradotte del tuo blog inizieranno a posizionarsi nei motori di ricerca specifici per Paese delle lingue in cui traduci. 

13. Inserisci il tuo blog in Google News

Essere inclusi in Google news può portare a un massiccio aumento del traffico verso il tuo blog, soprattutto se sei il primo a occuparti di eventi di rilievo. Se ti occupi di notizie, assicurati di essere incluso in Google News.

14. Scrivi contenuti scansionabili

La ricerca mostra che, in media, la maggior parte degli utenti del web non leggerà più del 28% delle parole di un sito web; in altre parole, pur avendo articoli più lunghi e completi aiuterà il tuo posizionamento sui motori di ricerca ma non aumenterà le possibilità che i tuoi contenuti vengano letti; più persone leggono i tuoi contenuti, più persone li condivideranno e più traffico otterrai.

La soluzione a questo problema è scrivere i tuoi contenuti per essere scansionati.

Usando titoli e sottotitoli, grassetto, corsivo, numeri e punti, puoi rendere i contenuti del tuo blog più presentabili e scannerizzabili, e di conseguenza aumentare le visite verso il tuo blog.

15. Impara a gestire il momento migliore per pubblicare

La ricerca mostra che il successo di una campagna virale può essere influenzata anche dal momento in cui la campagna viene avviata; uno studio di BuzzSumo che ha analizzato oltre 100 milioni di articoli è giunto alla conclusione che il giorno migliore per pubblicare un articolo è il martedì, e che gli articoli pubblicati il martedì ottengono in genere fino a 3 volte più visualizzazioni rispetto agli articoli pubblicati la domenica.

ricerca buzzsumo tempistica pubblicazione contenuti

16. Aggiorna regolarmente i tuoi articoli

È vero che gli articoli pilastro sono contenuti evergreen, ma se vuoi mantenere i tuoi articoli freschi, dovrai aggiornarli costantemente.

Uno dei fattori di ranking di Google è la freschezza dei contenuti, e questo, secondo quanto riferito, influisce su ben il 35% delle ricerche di Google.

Un modo per beneficiare dell’algoritmo della freschezza di Google è quello di pubblicare più articoli sul proprio blog, mentre un altro modo è quello di aggiornare i vecchi articoli; rivedei gli articoli pubblicati mesi e anni fa, elimina le informazioni obsolete e aggiornali.

Questo avrà un impatto sulle classifiche di ricerca del tuo blog e porterà ad un aumento del traffico.

Io uso e consiglio SEMrush per tenere d’occhio la posizione delle mie parole chiave preferite su Google.

semrush

Utilizzando il loro rapporto Position Tracking, puoi caricare tutte le parole chiave per le quali vuoi posizionarti. Questo ti aiuta a capire quale articolo ha bisogno di un aggiornamento.

Puoi anche taggare le parole chiave in base alla priorità, in modo da poter vedere la posizione delle tue parole chiave nella pagina dei risultati di ricerca. Se vedi un calo significativo in alcune parole chiave, allora puoi continuare a migliorare il tuo articolo.

Dopo alcuni giorni di aggiornamento del tuo articolo, puoi visualizzare le statistiche e vedere se il recente aggiornamento ha avuto un impatto sul tuo ranking.

17. Includi i pulsanti di condivisione sociale sul tuo blog

Molti blogger non riescono a includere pulsanti di condivisione sociale sui loro blog e ciò costa a questi blogger quote in termini di condivisione, esposizione e traffico.

Anche se non è chiaro fino a che punto, la ricerca mostra che l’aggiunta di pulsanti di condivisione sociale alla tua pagina porterà a un maggior numero di condivisioni dei tuoi contenuti e, di conseguenza, a un aumento del traffico.

Se utilizzi WordPress come piattaforma di blogging, ti consiglio di installare il plugin di condivisione social Social Warfare.

18. Riduci il numero di pulsanti di condivisione sul tuo blog

Mentre sopra abbiamo detto che includere i pulsanti di condivisione social sul tuo blog può aiutare ad aumentare le visite e le condivisioni, c’è anche il paradosso del fattore di scelta da considerare; la ricerca mostra che dando alle persone troppe scelte si assicura che non ne facciano nessuna.

In altre parole, avere 10 pulsanti di condivisione sociale sul tuo blog farà sì che i tuoi lettori non ne utilizzino nessuno.

19. Gruppi Facebook

Anche i gruppi di Facebook possono essere una buona fonte di traffico e di esposizione per il tuo blog ma, purtroppo, molte persone non riescono ad ottenere risultati perché si rivolgono a questi gruppi in modo sbagliato e possono a malapena essere differenziati dagli spammer.

In un caso di studio che analizza come ha aumentato il traffico dai gruppi di Facebook del 3.000%, Bruce Zhang ha rivelato che il modo migliore per ottenere traffico dai gruppi di Facebook non è solo pubblicare i propri link, ma anche utilizzare immagini di testo accattivanti e un messaggio convincente che mostra come le persone trarranno beneficio dalla lettura del proprio articolo.

20. Gruppi LinkedIn

Simili ai gruppi di Facebook, i gruppi di LinkedIn sono una buona fonte di traffico. Condividere i tuoi contenuti con i soli collegamenti LinkedIn non ti invierà traffico; cerca invece i migliori gruppi LinkedIn nella tua nicchia, unisciti a loro e occasionalmente invia loro i tuoi articoli migliori.

21. Promuovi il tuo blog su Pinterest

Pinterest può essere una grande fonte di traffico per il tuo blog e molti blogger lo hanno sfruttato per aumentare massicciamente il traffico sul blog; Mandy Wallace è stata in grado di portare il suo nuovo blog a 1.000 visitatori giornalieri in gran parte grazie a Pinterest.

Cerca immagini interessanti di qualità e concentrati sull’uso di titoli irresistibili e otterrai da Pinterest traffico di qualità in poco tempo.

22. Invia il tuo blog alle web directory di blog/sito web

Anche se non sono più efficaci come una volta, le web directory dei blog e dei siti web possono comunque essere una buona fonte di traffico. Essere elencati in alcune directory di blog e siti web può anche aumentare le visite verso il tuo blog.

23. Converti i post del blog in podcast e diffondili su siti podcast e audio

Un’indagine di Nielsen commissionata da Audible, mostra che, sono 12,1 milioni le persone che ascoltano podcast in Italia: 1,8 milioni in più rispetto al 2018, con un aumento del 16%. Il blogger a sette cifre Pat Flynn ritiene che il suo podcast sia uno dei modi migliori in cui i nuovi utenti trovano il suo blog.

Se non puoi avviare un podcast, puoi registrare una versione audio dei post del tuo blog e inviarli ai siti di podcast.

Ecco una lista di 7 siti a cui puoi inviare il tuo podcast:

  1. Stitcher
  2. Spreaker
  3. Overcast
  4. Spotify
  5. Podbean
  6. Apple Podcast
  7. Audible

24. Pubblicità su Facebook

Se sei disposto a spendere un po’ di soldi per aumentare le visite del tuo blog, gli annunci di Facebook sono un ottimo modo per farlo.

Facebook sta diventando sempre più la piattaforma pubblicitaria preferita della maggior parte dei brand. Facebook ha una conoscenza approfondita del tuo pubblico e ti permette di indirizzare i tuoi contenuti a loro; inoltre, la pubblicità su Facebook è 3 volte più economica di Google Ads.

Se vuoi aumentare il traffico con gli annunci di Facebook, segui questi preziosi suggerimenti:

  • Condividi solo i messaggi che ritieni possano interessare ai tuoi follower.
  • Come qualsiasi altro social network, i rich media come foto e video attirano l’attenzione su Facebook più di qualsiasi altro tipo di contenuto.
  • Rivedi costantemente l’impegno utilizzando Page Insights, in modo da sapere cosa funziona meglio con il tuo pubblico e cosa no.

25. Pubblicità su Google AdWords

Iscriviti a un account AdWords e aspetta che Google ti invii un’offerta di prova gratuita. Succede spesso!

Considerazioni finali: Aumentare visualizzazioni del tuo sito blog nel 2020

Dunque, creare un blog e avere grandi contenuti da offrire è solo una parte della strategia, in realtà.

Se vuoi diventare un blogger di successo e guadagnare soldi online, devi anche conoscere le modalità per far notare il tuo blog e come far arrivare il traffico al tuo blog.

Quando si avvia il proprio primo blog, è necessario non solo avere una strategia per creare contenuti fantastici, ma anche per far crescere il proprio blog a lungo termine.

Anche se hai appena iniziato, è già bello iniziare a pensare a come far sì che la gente legga il tuo blog e guidi il traffico verso i tuoi post in futuro.

Ora, se hai intenzione di far qualcosa oggi, ti suggerirei di registrarti subito ad uno dei software per l’email marketing per aumentare il traffico sul tuo blog fin dall’inizio.

Utilizza Sendinblu o MailerLite, non puoi sbagliare con nessuno dei due. Li uso entrambi per guidare il traffico verso i miei blog e siti web. Sono molto facili da usare, e si adattano molto bene una volta che il tuo blog inizia ad attrarre più traffico.

Ed ecco fatto! Ora voglio ascoltarti! Come guidi il traffico verso il tuo blog? Quali strumenti utilizzi? Mi piacerebbe sentire i tuoi pareri!

Se ti è piaciuto questo post sugli strumenti per far crescere il tuo blog, fammelo sapere nei commenti qui sotto! Mi piacerebbe sentire i tuoi pensieri e i tuoi commenti!

P.S. Ti sarei grato se condividessi questa guida con altri, in modo che anche loro possano leggerlo! Grazie mille per il tuo sostegno!

Buon lavoro! Ci vediamo nel prossimo post!

– Riccardo

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER PER RICEVERE GLI AGGIORNAMENTI

Se ti piacciono gli articoli di quickblogging.it iscriviti alla newsletter! Riceverai i nuovi articoli pubblicati sul sito ed offerte dedicate agli iscritti.


Leave a Reply