Cos’è l’ottimizzazione per i motori di ricerca: guida SEO nel 2020

Cos'è l'ottimizzazione per i motori di ricerca o il SEO? Questo articolo ti spiega come funziona il SEO durante l'apprendimento di potenti tattiche e tecniche SEO per i blogger.

Leggi di più

Condividi:
Guida al SEO per principianti

E se ti dicessi che conosco la chiave per diventare una blogger di successo? E se ti dicessi che mi piacerebbe condividere quella chiave con te? Saresti interessato a continuare a leggere?

Quella chiave si chiama SEO, o Search Engine Optimization. Lo so, sembra spaventoso, vero? Se sei nuovo del blogging, molto probabilmente hai già visto sufficienti acronimi criptici.

Ma lascia che ti dica questo: Se c’è solo un acronimo che vuoi capire e padroneggiare, è SEO.

In questo post, ti guiderò attraverso ciò che è l’ottimizzazione dei motori di ricerca, come funziona il SEO e perché è così importante per te come blogger. Ti mostrerò anche alcuni consigli collaudati di SEO per i blogger che puoi usare subito per far crescere il traffico del tuo sito web.

So che ci sono tonnellate di tutorial SEO là fuori. Tuttavia, sono spesso troppo difficili da capire per i principianti.

Questo articolo è diverso. Si andrà avanti con una comprensione di base di come funziona il SEO e alcuni semplici ma potenti consigli SEO per i principianti.

Quindi, se hai appena iniziato a bloggare e non hai idea di come funziona il SEO, allora seguimi!

Cos’è la Search Engine Optimization (SEO) e perché è così importante?

Cos’è l’ottimizzazione per i motori di ricerca e come funziona esattamente il SEO? Da dove si deve iniziare se si vuole capire come funziona il SEO?

Quando costruisco siti web o blog per i miei clienti, di solito non hanno idea di cosa sia il SEO. La domanda che sento ogni volta è:

“A cosa serve l’ottimizzazione sui motori di ricerca?”

Quindi, comincio dalle basi: Spiego prima di tutto l’importanza dei motori di ricerca.

Cosa sono i motori di ricerca e perché sono importanti?

Tecnicamente, un motore di ricerca è una banca dati online di siti web – accessibile al pubblico – che si può utilizzare per cercare informazioni su Internet.

Per la maggior parte degli utenti del web, tuttavia, i motori di ricerca sono la vetrina di internet.

Lo dico per esperienza personale. 

E non è solo.

Gli studi dimostrano che il 93% di tutte le esperienze online iniziano con i motori di ricerca.

E quando dico motori di ricerca, significa sempre Google.

Perché?

Basta guardare il grafico qui sotto per scoprirlo.

StatCounter Market Share motori di ricerca

Fonte: Statcounter

Quasi l’88% di tutte le ricerche online sono effettuate su Google, il che lo rende di gran lunga il più grande motore di ricerca del web.

Altri motori di ricerca come Yahoo, Bing, Baidu e Yandex condividono il restante 12%.

Google è il motore trainante di milioni di aziende in tutto il mondo e alimenta letteralmente internet.

Considera queste statistiche.

  • L’87% degli utenti di smartphone usa un motore di ricerca almeno una volta al giorno.
  • Più dell’80% degli acquirenti online cerca su Google le recensioni online prima di effettuare un acquisto.
  • La ricerca ha cambiato completamente il modo in cui avviene la vendita locale. 

Guarda questo studio di Google

le ricerche danno luogo all'acquisto

Fonte: Google

  • Il 76% delle ricerche sugli smartphone si traduce in visite ai negozi e il 28% si converte in clienti.
  • Google gestisce più di 75000 ricerche al secondo e la sua ricerca cresce di quasi il 15% all’anno.

In breve, Google e gli altri motori di ricerca hanno un ruolo decisivo nelle abitudini di navigazione e di acquisto online dei consumatori di tutto il mondo.

E nessun business, che cerca di spingere le proprie vendite e i propri contatti su internet, può permettersi di ignorarli completamente.

Qual è lo scopo principale dei motori di ricerca?

Fornire i risultati di ricerca più rilevanti e utili rispetto alle richieste degli utenti.

I ricercatori sono la priorità numero uno di Google, che aggiorna regolarmente i suoi algoritmi di ricerca per assicurarsi di fornire ai propri utenti i migliori risultati di ricerca possibili.

Questo è ciò che Google dice anche nella sua filosofia di base.

filosofia google

Fonte: Google

A Google non importa di te.

Si preoccupa solo dei suoi ricercatori e di ciò che è meglio per loro.

Non importa se hai il miglior sito sul web o se hai pubblicato 10.000 parole su un determinato argomento.

Google non ti deve nulla.

Se il tuo sito e i suoi contenuti sono utili ai suoi utenti, ti classificherà nei suoi risultati di ricerca.

In caso contrario, non puoi costringerlo a farlo.

Se vuoi sfruttare la copertura (apparentemente illimitata) di Google, devi innanzitutto allineare la tua strategia di marketing al suo scopo principale.

È qui che entra in gioco l’ottimizzazione dei motori di ricerca.

Cosa significa SEO?

Una volta afferrato l’enorme potenziale di traffico attraverso i motori di ricerca, ti senti più motivato ad imparare cosa significa SEO, giusto?

Almeno è così che si sentono i miei clienti. Ogni volta. Vedono l’incredibile potenziale di traffico (e di fatturato) che il SEO rappresenta.

Ma cosa significa SEO?

In breve: SEO sta per Search Engine Optimization.

In parole povere, ciò significa utilizzare diverse tattiche di ottimizzazione per raggiungere una posizione più alta nei risultati di ricerca per una determinata parola chiave.

Ovviamente, i primi link nei risultati di ricerca ottengono il maggior numero di click. Quindi il tuo obiettivo è quello di essere almeno tra i primi cinque. Altrimenti, potreste finire per non ottenere alcun traffico per quella specifica parola chiave.

Sono sicuro che sai che ci sono molti modi per migliorare il posizionamento nei motori di ricerca. A seconda della persona a cui lo chiedi, sentirai risposte diverse alle best practice SEO e consigli SEO per i blogger.

Se sei nuovo al blogging e al SEO, le cose possono sembrare rapidamente travolgenti e tecniche.

Per rendere le cose più facili, lascia che ti spieghi come funziona Google prima di immergerti nei consigli SEO più pratici.

Come funziona Google?

Non avere paura! So che può creare confusione cercare di capire come funziona esattamente Google. Ma non preoccuparti, qui esamineremo solo un paio di idee fondamentali.

Vedi, per sapere come puoi raggiungere i tuoi obiettivi SEO, devi capire cosa vuole Google.

Per fortuna, Google è abbastanza amichevole da condividere con noi la loro esatta missione. Google desidera:

“Organizzare le informazioni del mondo e renderle universalmente accessibili e utili”.

missione google
Fondamenti di SEO per i blogger: La missione di Google

In altre parole, tutto quello che Google vuole fare è quello di:

  • Raccogliere tutte le informazioni disponibili online e
  • Fornire agli utenti i contenuti più utili e preziosi per ogni ricerca.

Cosa significa questo per te come blogger?

In poche parole, il tuo obiettivo SEO è quello di essere il miglior risultato di ricerca possibile per i tuoi potenziali lettori. “Il migliore” significa il più prezioso, utile e funzionale.

Ma con migliaia di blog e siti web in circolazione, come fa Google a sapere quali sono i migliori?

Cosa fa Google con il tuo blog

Google funziona come un gigantesco indice di informazioni. Quando si avvia un blog e Google scopre il tuo contenuto, questo diventa parte di quell’indice.

Naturalmente, le esatte dinamiche di costruzione e mantenimento di quell’indice sono strettamente confidenziali.

Ma per aiutarti a capire le basi di ciò che accade al tuo blog, ecco cosa fa ogni motore di ricerca:

  • Cerca e trova nuovi contenuti sui siti web
  • Organizza le informazioni in un elenco
  • Classifica le pagine web utilizzando diversi segnali di classifica

Diamo un’occhiata più da vicino a questi tre punti:

1: Cerca nuovi contenuti (Crawling)

crawling - google

Prima di tutto, Google ha bisogno di sapere di cosa tratta il tuo blog. Per fare questo, mandano dei robot a leggere il tuo blog per vedere che tipo di contenuti e informazioni offri ai tuoi lettori.

Questi robot o “crawler” ficcano il naso in giro per il WWW tutto il tempo per trovare e “leggere” nuovi siti web e blog.

Quando trovano il tuo blog, si limitano ad analizzarne i contenuti e a rispedire le informazioni ai server di Google.

2: Organizza le informazioni (Indexing)

indexing - google

Una volta che il tuo blog è stato catturato da un robot, Google organizza i contenuti del tuo blog nel loro gigantesco indice di siti web. È lì che si trovano tutti i siti web e i blog di cui Google è a conoscenza.

Inutile dire che questo indice non è un indice qualsiasi. Secondo Google, contiene oltre 130 trilioni di pagine web individuali. 130 trilioni!

Per mettere le cose in prospettiva, basta pensare a un elenco telefonico, per esempio. Anche questo è un indice, giusto?

Se metti l’intero indice di Google in un unico elenco telefonico, quanto pensi che sia spesso?

50.000 miglia di spessore! E’ DUE volte in tutto il mondo!

Pensa solo a dover cercare un numero di telefono in un elenco come quello! Eppure, in qualche modo Google sembra sempre sapere quali siti web mostrare quando si utilizza la loro ricerca. È una magia!

E come fanno? Diamo un’occhiata:

3: Classifica le pagine web (Ranking)

ranking - google

Ok, in questo ultimo passo avviene la magia.

Come abbiamo discusso in precedenza, Google vuole fornire i migliori risultati di ricerca per ogni determinata query di ricerca.

La ricetta esatta di come Google classifica le pagine web è ovviamente top secret. Nessuno sa esattamente come ottenere gli ambiti primi posti nei risultati di ricerca.

Anche se Google utilizza centinaia di fattori per trovare i migliori contenuti per i propri utenti, ce ne sono alcuni su cui ci si dovrebbe concentrare:

  1. La qualità dei contenuti: Assicurati che i tuoi post sul blog siano funzionali e utili per i tuoi lettori. Comprendere ciò che il tuo target di riferimento vuole da te e poi fornire il miglior contenuto possibile per soddisfare tali esigenze.
  2. Velocità della pagina: Non fare aspettare i tuoi lettori! Più le pagine del tuo blog si caricano lentamente, più i tuoi visitatori diventeranno impazienti e lasceranno il tuo blog. Utilizza un provider di blog hosting affidabile ed evita di ingombrare il tuo blog con file inutilmente grandi che potrebbero rallentarlo.
  3. Link in arrivo: Se molti siti web di qualità si collegano al tuo blog, Google pensa che i tuoi contenuti siano più preziosi. Fai rete con altri blogger autorevoli nella tua nicchia e scrivi per loro i guest post con un link al tuo blog.

In breve, ogni fattore di ranking ha lo stesso obiettivo: Google vuole fornire il MIGLIORE risultato possibile ad ogni utente.

Ed è proprio questo il senso del SEO!

Tecniche SEO facili e suggerimenti per l’ottimizzazione dei motori di ricerca per i blogger

Ormai conosci alcune cose sull’ottimizzazione dei motori di ricerca e sul funzionamento di Google.

Successivamente, puoi iniziare ad imparare tattiche SEO più pratiche e consigli SEO per i blogger.

A questo punto, i clienti del mio sito web di solito fanno più domande, ad esempio:

  • Come funziona in pratica l’ottimizzazione sui motori di ricerca?
  • Come posso ottimizzare i contenuti del mio sito web per assicurarmi un buon posizionamento su Google?
  • Quanto costa l’ottimizzazione sui motori di ricerca?

Prima di tutto, le tattiche SEO di base sono gratuite al 100%. Non devi spendere un centesimo per i consigli SEO che condivido qui.

Per quanto riguarda l’ottimizzazione sui motori di ricerca in pratica, tendo a condividere queste tre tecniche SEO e i consigli SEO con i miei clienti del blog:

Suggerimento n. 1: Migliora la qualità dei tuoi contenuti

La prima cosa che devi fare è controllare il tuo contenuto.

Devi assicurarti che i post del tuo blog siano davvero interessanti e utili per i tuoi lettori.

Tieni presente che Google sa quanto tempo i tuoi lettori rimangono sul tuo blog.

Se Google vede che i tuoi lettori tendono a lasciare il tuo blog in fretta, sei fregato. È un segnale che non hanno trovato quello che cercavano, e i tuoi contenuti non meritano un posto di primo piano nei risultati di ricerca.

Il modo migliore per far sì che i tuoi visitatori rimangano sul tuo blog è rispondere a una domanda molto specifica in ogni post che scrivi.

Finché il tuo articolo copre tutte le informazioni rilevanti, i tuoi lettori non sentiranno la necessità di tornare ai risultati di ricerca e di leggere un altro articolo sull’argomento.

Suggerimento n. 2: Aumenta la velocità della pagina

A nessuno piacciono i siti web lenti!

Pensa solo a te stesso:

Cosa fai quando visiti un sito web che continua a caricarsi all’ infinito?

Te ne vai, giusto?

Quindi, quando crei un blog, assicurati che le tue pagine si carichino velocemente. Il modo migliore e più semplice per farlo è scegliere il fornitore di hosting giusto per il tuo blog.

Se non sei sicuro di dove ospitare il tuo blog, usa SiteGround. Io li uso per i miei blog e si caricano alla velocità della luce!

siteground
SiteGround offre piani di hosting convenienti e veloci per il tuo blog.

Se non hai ancora lanciato il tuo blog, vai al mio Tutorial Step-by-Step per creare un blog come un professionista in soli 15 minuti!

Inoltre, puoi velocizzare il tuo blog WordPress con un plugin per la cache. Memorizza le tue pagine e i tuoi post in un “pacchetto” più compatto che si carica più velocemente nel browser web dei visitatori.

Io uso il plugin gratuito WP Fastest Cache plugin. È così facile da configurare e funziona senza problemi con la maggior parte dei provider di hosting.

WP-Fastest-Cache-plugin

Suggerimento 3: Costruisci un blog di facile utilizzo

Oltre alla velocità della pagina, devi anche assicurarti che il tuo blog sia facile da usare.

Questo può sembrare auto-esplicativo, ma la maggior parte dei blogger sembrano avere difficoltà su questo punto. Progettano un blog che gli piace, ma si dimenticano dei loro visitatori.

E, ehi, è perfettamente normale! Quando si avvia un blog da zero, si ha già abbastanza da fare.

Ma ottenere un design user-friendly non deve essere difficile. Infatti, è uno dei modi più semplici per distinguersi.

In fin dei conti, non ha importanza come vuoi che sia il tuo sito web. Se ai tuoi visitatori non piace quello che vedono, non resteranno a lungo.

Detto questo, ecco alcune semplici linee guida per creare e progettare un blog di facile utilizzo:

  • Rendi i tuoi elementi di navigazione e i menu facili da usare
  • Crea una struttura di pagina pulita e chiara
  • Collegati spesso a pagine rilevanti per aiutare i visitatori a trovare rapidamente risorse aggiuntive

Focalizzarsi su un’esperienza d’uso piacevole e fluida aiuterà i tuoi lettori a trovare ciò che cercano.

Inoltre, assicurati di utilizzare un tema WordPress professionale per il tuo blog. Io uso GeneratePress per tutti i progetti del mio sito web – è super potente e facile da usare.

generatepress-theme

Suggerimento 4: Aumenta la sicurezza del tuo blog

Infine, devi assicurarti che il tuo blog sia sicuro – sia per te che per i tuoi lettori.

Fidati, l’ultima cosa che vuoi è svegliarti una mattina e scoprire che il tuo blog è stato violato.

Vedi, Google odia i blog hackerati. Se vedono che il tuo blog è stato violato, ti rimuoveranno dal loro indice. E credimi, tornare lì è tutt’altro che facile.

Pertanto, quando si avvia un blog, si desidera tenere a mente questi tre punti:

Scegli un fornitore di hosting di blog affidabile:

Non tutti i provider di blog hosting sono uguali.Utilizzate un provider conosciuto di cui puoi fidarti (e anche Google si fiderà di loro) come SiteGround.

Crittografa il tuo blog con un certificato SSL:

Anche in questo caso, ti suggerisco di utilizzare SiteGround. Ti danno un certificato SSL GRATUITO per proteggere te e i tuoi lettori.

Rinforza il tuo blog con un plugin di sicurezza:

Anche se WordPress è sicuro da usare in generale, ha alcuni punti deboli. Se non rinforzi il tuo sito web, potrebbe essere attaccato dagli hacker e potresti perdere i tuoi contenuti.

Il modo più semplice per rendere più difficile il lavoro degli hacker è utilizzare un plugin di sicurezza come Wordfence. Si tratta di un plugin gratuito per la scansione di firewall e malware che è semplicissimo da configurare. Uso Wordfence per tutti i miei siti web WordPress e ha funzionato da dio.

Wordfence plugin wordpress Security

Tuttavia, anche se si utilizza un plugin di sicurezza, non dimenticare di eseguire il backup del sito web del blog! A proposito di backup…

Rinforza il tuo lavoro regolarmente:

Quando avvii un blog WordPress, assicurati di eseguire regolarmente il backup dei contenuti del tuo blog. È più facile di quanto pensi, fidati! Ci sono alcuni buoni plugin di backup tra cui puoi scegliere. Io uso il plugin freemium Updraftplus.

UpdraftPlus-WordPress-backup-plugin

Considerazioni finali: Che cos’è l’ottimizzazione per i motori di ricerca (SEO)?

Considerazioni finali: Che cos’è l’ottimizzazione per i motori di ricerca (SEO)?

So che il mondo del SEO può essere travolgente e spaventoso. E’ molto da assimilare se sei nuovo ai blog.

Ma ho scritto questa guida per aiutarti ad iniziare passo dopo passo con le nozioni di base. Basta passare attraverso una fase alla volta e ci si abitua più velocemente di quanto si pensi.

Tieni presente che puoi ottenere risultati incredibili anche con poche tattiche SEO fondamentali.

Non è necessario capire tutto sui motori di ricerca. Come per molti altri argomenti tecnici, conoscere il 20% delle tattiche SEO ti farà ottenere l’80% dei risultati potenziali.

Avrai bisogno di un po’ di tempo per sapere come ottimizzare il tuo blog per i motori di ricerca, ma ci riuscirai, te lo prometto.

Se non lo hai già fatto, assicurati di iscriverti alla mia mailing list per avere consigli e articoli SEO più utili!

Se hai trovato utile questo post su ciò che è l’ottimizzazione per i motori di ricerca, lasciami un commento qui sotto!

P.S. Ti sarei grato se condividessi questo post con altri, in modo che anche loro possano trovarlo! Grazie per il tuo supporto!

Ci vediamo nel prossimo post! Buon blogging!

– Riccardo

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER PER RICEVERE GLI AGGIORNAMENTI

Se ti piacciono gli articoli di quickblogging.it iscriviti alla newsletter! Riceverai i nuovi articoli pubblicati sul sito ed offerte dedicate agli iscritti.


Leave a Reply