Personal Branding: cos’è e come crearlo in 9 passaggi (2020)

In questa guida scoprirai come fare personal branding in 9 passi. Comincia oggi stesso! Il tuo pubblico ha bisogno di te.
1 Condivisioni
personal branding

Creare il proprio brand personale è come creare un’identità di brand per un prodotto o un servizio con una sola grande differenza. 

Nella creazione di un’identità di brand, è possibile scegliere il suo nome, i suoi valori e la sua personalità. 

Quando si tratta del tuo brand personale, tutto ruota intorno a te e alla tua autenticità. 

Un brand personale è molto più di un logo appariscente o di una tavolozza di colori. 

Un brand personale va ben oltre l’avere un bel biglietto da visita.

Un brand personale non significa solo avere un sito web con il proprio nome sopra.

Un brand personale è molto più grande e onnicomprensivo. 

Si tratta di chi sei e di cosa fai. 

Ciò che rappresenti e i tuoi valori. 

Il tuo brand personale è il modo in cui ti presenti, sia online che offline, al tuo pubblico ideale.

Avrai un brand personale, che tu lo voglia o no. 

Tutto ciò che condividi online, ogni email che invii al tuo pubblico, ogni post che pubblichi sul tuo blog, ogni evento live, sono tutti parte del tuo brand.

Tutto questo modella il modo in cui le persone pensano a te e all’immagine che dai. 

Che tu sia un imprenditore esperto o che tu abbia appena iniziato la tua carriera, questo articolo tratta di ciò di cui hai bisogno per creare il tuo brand personale.

Come confezionarlo, sfruttarlo al meglio e come costruirlo e mantenerlo nel corso della vita.

Cominciamo subito!

Cosa significa Personal Branding e perché è necessario costruire un brand personale?

Personal branding significa “vendere se stessi” e comunicare i propri valori, le proprie convinzioni, i propri obiettivi e il proprio scopo. 

Mentre la tendenza degli imprenditori, dei freelancer continua a crescere, e le piattaforme di internet e dei social media diventano il punto focale di tutto, non c’è mai stato un momento più importante per definire la propria presenza online.

Se stai cercando di costruire un’impresa di qualsiasi tipo, è importante costruire il tuo brand personale.

Principali vantaggi dello sviluppo del tuo brand personale

#1. Il Personal Branding permette di distinguersi dalla concorrenza

Costruire un brand personale permette di distinguersi in modo unico dalla concorrenza.

Il tuo marchio, i tuoi valori, la tua esperienza e la tua storia ti distinguono dalla concorrenza.

I tuoi concorrenti non possono portare quello che porti tu sul tavolo delle trattative. 

Semplicemente non hanno quello che hai tu. 

Sei unico.

Hai esperienze, punti di forza, credenze, punti di vista, prospettive, competenze e intuizioni uniche che ti distinguono da tutti gli altri.

Questi sono incredibilmente preziosi e ti distinguono dai tuoi concorrenti.

La costruzione del tuo marchio personale ti permette di mettere in evidenza la tua unicità.

Ti permette di capitalizzare i tuoi punti di forza. Ti permette di evidenziare le parti migliori di te.

E mentre lavori per evidenziare i tuoi punti di forza, ti distinguerà da tutti i tuoi concorrenti. 

Ti darà un netto vantaggio competitivo.

Pensa a Rolex e a come si sono distinti dalla concorrenza.

Poiché si sono concentrati esclusivamente sull’essere un brand di orologi di lusso, si sono distinti dalle altre aziende produttrici di orologi, come ad esempio Timex.

Rolex è il brand per chi vuole un orologio di lusso, mentre Timex è il brand per chi vuole un orologio robusto e relativamente economico.

Lavorando senza sosta per costruire il proprio brand, Rolex si è distinta da ogni altra azienda di orologi.

Più si lavora per costruire il proprio brand personale, maggiore sarà il vantaggio sulla concorrenza. 

Ti distinguerai in mezzo alla folla.

#2. Il Personal Branding consente di applicare un prezzo Premium

Il personal branding evidenzia la tua unicità e l’incredibile valore che offri.

Poiché apporti un valore unico nel suo genere, un valore che nessun altro può offrire, puoi farti pagare un prezzo premium per i tuoi servizi.

Quando crei un forte brand personale, puoi far pagare un prezzo più alto per i tuoi prodotti e servizi perché sono esclusivi. 

Non possono essere acquistati in un altro negozio o da un’altra persona.

Più forte è il tuo brand, più le persone vogliono i tuoi servizi. 

Più persone vogliono i tuoi servizi, più alto è il prezzo che puoi far pagare.

Lavorando duramente per costruire il tuo brand personale e mostrando quanto valore porti in tavola, anche tu puoi farti pagare un prezzo premium.

#3. Il personal branding mette in evidenza le tue competenze

Poiché il tuo brand personale è il modo in cui ti presenti al mondo, ciò significa che una quantità significativa di branding personale coinvolge i contenuti che condividi con il mondo.

E più i contenuti che condividi sono preziosi, più dimostri di essere un esperto di cui ci si dovrebbe fidare.

Con ogni contenuto che condividi, ti affermi come un esperto nel tuo campo. 

Come qualcuno che sa davvero di cosa sta parlando. 

Come un leader del pensiero nel tuo campo.

Stai dimostrando quanto valore hai da offrire e che sei la persona a cui rivolgersi nel tuo settore.

Più dimostri la tua competenza, più il tuo pubblico si fiderà di te e verrà da te per risolvere i suoi problemi.

#4. Il Personal Branding permette di attrarre il tuo pubblico ideale

Quando sarai conosciuto come l’esperto del tuo settore:

  • Attirerai il tuo pubblico ideale, le persone che hanno più bisogno del tuo aiuto.
  • Riceverai più referenze da altri nel tuo settore e nelle industrie correlate.
  • Potrai farti pagare un prezzo premium, il tipo di prezzo che solo un esperto può applicare.

Tony Robbins ne è un esempio lampante. Per anni, ha condiviso lo stesso messaggio di autoconsolidamento.

Tutto quello che dice, ogni video che mette in giro e ogni libro che scrive ha lo stesso messaggio di brand: Puoi diventare una persona straordinaria e io posso aiutarti a farlo.

Nel corso del tempo, si è affermato come una delle persone – se non la persona – che si rivolge alle persone interessate all’autosviluppo.

I risultati?

  • Attira un pubblico enorme di persone che vogliono realizzare il loro potenziale.
  • Milioni di persone leggono i suoi libri e lo seguono sui social media.
  • Per i suoi servizi può applicare un prezzo premium.

Vuoi sperimentare l’effetto Tony Robbins?

Se desideri essere conosciuto come la persona a cui rivolgersi nel tuo settore, allora è assolutamente essenziale che inizi a costruire il tuo brand personale il prima possibile.

#5. Il personal branding ti mette a capo della narrazione

Il tuo brand personale si evolverà, che tu lo voglia o no.

Se utilizzi i social media, hai una mailing list, hai un blog, parli con i gruppi o realizzi e condividi video, allora stai già costruendo il tuo brand personale. 

Tutto ciò che metti in giro per il mondo fa parte del tuo brand personale.

La domanda è se stai intenzionalmente plasmando la narrazione del tuo marchio.

Stai curando con attenzione il tuo brand, o stai lasciando che il tuo marchio “evolva” da solo?

Il bello del personal branding è che assicura di dare attivamente forma alla propria narrazione.

Stai determinando ciò che gli altri pensano di te, piuttosto che lasciare che si formino da soli le proprie opinioni.

Con ogni post sui social media che condividi, ogni post sul blog che pubblichi e ogni e-mail che invii, stai plasmando la narrazione di chi sei.

Sei tu che hai il totale controllo della storia.

#6. Il personal branding aumenta la visibilità

Più si costruisce il proprio brand personale, più si diventa visibili.

  1. Attirerai più fan sui social media.
  2. Questi fan condivideranno i tuoi contenuti con le loro comunità.
  3. Più i tuoi contenuti vengono condivisi, più fan attirerai.
  4. E “ripeti”.

È un processo estremamente potente.

Man mano che la tua base di fan cresce, puoi aspettarti di apparire sui media.

I media sono sempre alla ricerca di esperti per commentare particolari argomenti, e quando diventerai noto come l’esperto nel tuo campo, comincerai a generare richieste mediatiche.

La verità è che la costruzione del tuo brand personale e la costruzione della tua piattaforma vanno di pari passo.

Costruire il proprio marchio è un circolo virtuoso che porta sempre più risultati tanto più lo si fa.

#7. Il personal branding plasma i contenuti che condividi

Se non si dispone di un forte brand personale, allora non si hanno linee guida su quali contenuti condividere con il proprio pubblico.

Così finisci per non condividere nulla o qualsiasi cosa ti venga in mente in un dato momento. Nessuna di queste strategie contribuisce al tuo brand personale.

Quando hai un forte brand personale, ti guida esattamente verso il tipo di contenuto che dovresti condividere.

In parole povere, dovresti condividere solo contenuti che si allineano e promuovono i valori del tuo brand personale.

#8. Il personal branding ti collega maggiormente con le persone

Le persone sono più in contatto con le persone che con le aziende. 

Ecco perché Elon Musk e Richard Branson hanno più seguaci individuali su Twitter rispetto alle compagnie da loro fondate.

Più si lavora per costruire il proprio brand personale, più le persone vorranno connettersi con te, sia di persona che online. 

Le persone saranno attratte dai tuoi valori, dalla tua personalità, dalle tue convinzioni e dalle tue intuizioni.

Più sarai connesso, più opportunità di business ti si presenteranno.

Più richieste di conversazione. Più opportunità mediatiche.

L’opportunità di collaborare con altre persone che la pensano come te.

Costruire il tuo brand personale ti collega personalmente con i potenziali clienti e i clienti, che a loro volta costruiscono il tuo business.

#9. Il Personal Branding permette di diventare un influenzatore

Più si sviluppa il proprio brand personale, più si diventa noti come “influencer”.

Un influencer è qualcuno che modella in modo significativo le opinioni dei suoi seguaci e ha una grande influenza su come si comportano.

Ci sono alcuni vantaggi significativi nell’essere un influencer. 

  • I grandi brand vogliono lavorare con gli influencer che hanno un grande pubblico, il che può portare a maggiori entrate per te. 
  • Spesso riceverai anche prodotti gratuiti da aziende che sono interessate a collaborare con te, e riceverai richieste di intervento da parte dei media in occasione di eventi, o anche solo per partecipare.

Se desideri ottenere questi vantaggi, inizia a lavorare per sviluppare il tuo brand personale.

Il potere del brand personale

Stai iniziando a vedere la forza del tuo brand personale?

Il tuo brand personale è ciò che ti permette di distinguerti dalla concorrenza. Ti permette di applicare un prezzo premium per i tuoi servizi.

Più ti concentri sul tuo brand personale, più diventi visibile e più diventi noto come l’esperto del tuo settore. Più sei conosciuto come esperto, più opportunità ti si presentano.

Ci sono poche cose più potenti del tuo brand personale.

Più ti concentri sulla sua costruzione, maggiori saranno i risultati che vedrai.

Ora, sei pronto a costruire il tuo brand personale?

Come costruire un brand personale

Ci sono essenzialmente 9 passi da seguire per creare, sviluppare e mantenere il tuo brand personale.

Il tuo brand ti darà forza come individui, ti permetterà di mettere in luce le tue competenze e ti distinguerà dalla massa.

Step 1: Stabilisci chi sei veramente

Il primo passo per creare un potente brand personale è determinare chi sei. Ricorda, costruire il tuo brand personale significa condividere il tuo vero io con il mondo.

Il tuo brand personale è costruito sulle tue capacità, le tue passioni, i tuoi valori e le tue convinzioni. Devi conoscere te stesso se vuoi costruire un solido brand personale.

Chiediti:

  • Quali sono le mie capacità uniche?
  • Quali sono i miei valori fondamentali?
  • Che cosa mi appassiona di più?
  • Quali particolari esperienze hanno plasmato la mia personalità?
  • Come posso soddisfare il mio pubblico principale?
  • Che cosa ho da offrire che nessun altro offre?

Le risposte a queste domande daranno forma al tuo brand personale. 

Ti aiuteranno ad arrivare al cuore di ciò che conta di più per te e come puoi aggiungere valore al tuo pubblico.

Step 2: Determina cosa vuoi realizzare

È giunto il momento di pensare a ciò che vuoi realizzare con il tuo brand personale.

Rispondi a queste domande:

  • Cosa vorrei realizzare, sia a livello personale che professionale?
  • Per cosa vorrei essere conosciuto?
  • Se potessi essere il più grande esperto al mondo su un argomento, quale sarebbe?
  • Quale messaggio chiave voglio comunicare?
  • Se potessi dare un solo consiglio, quale sarebbe?

Le risposte a queste domande dovrebbero consolidare ulteriormente nella tua mente come sarà il tuo brand personale.

Step 3: Identifica il tuo target di riferimento

Non si può comunicare a tutti. 

Piuttosto, c’è un pubblico di persone che avrà una profonda sintonia con te, con il tuo brand e con quello che tu offri.

Questo campione di persone è il tuo target di riferimento. Sono queste persone che servirai di più e che saranno il tuo cliente ideale.

Per identificare il tuo pubblico di riferimento, poniti queste domande:

  • Chi posso aiutare di più?
  • Chi trarrà il massimo beneficio dalle mie competenze e conoscenze?
  • Chi avrà più feeling con me e con il mio brand?

Nel determinare il tuo pubblico di riferimento, può essere utile creare un personaggio. 

Questo personaggio rappresenta il tuo cliente ideale. Il tuo “Buyer Personas”.

Includi le seguenti informazioni nel personaggio:

  • Demografia: Quanti anni ha? Maschio? Femmina? Single? Sposato? Qual è il suo livello di istruzione? In che categoria professionale si trova? Quanto guadagna?
  • Speranze e sogni: Come vuole che sia il suo futuro? Quali sono i suoi obiettivi?
  • Le sfide: Quali ostacoli deve affrontare? Perché non è riuscito a raggiungere i suoi obiettivi?

Step 4: Determina la tua proposta di valore unico

La tua Unique Service Proposition (USP) è semplicemente il tuo brand riassunto in un’unica, potente e convincente dichiarazione che descrive esattamente ciò che fai per il tuo pubblico.

Un USP ha tipicamente questo aspetto:

Aiuto (persona target) a (raggiungere X) in modo che possa (risultato).

Ad esempio, il tuo USP può essere qualcosa del tipo: “Aiuto gli imprenditori a scalare il loro business e a guadagnare di più“.

Il tuo USP non deve dire tutto sul tuo brand, ma deve andare dritto al cuore di chi sei e di come aiuti il tuo pubblico.

Potrebbe essere utile dare al tuo USP un nome unico che rimanga impresso nella mente delle persone. 

Ad esempio, se aiuti gli imprenditori a scalare il loro business, potreste chiamare il tuo USP qualcosa come “Scala senza errori“.

Deve solo essere breve, memorabile e descrivere in modo appropriato ciò che fai.

Evita di trascurare questo passo.

La creazione del tuo USP ti darà un alto grado di chiarezza su ciò che riguarda il tuo brand.

Prenditi il tempo necessario per creare un USP che raccolga in modo adeguato il tuo brand.

Step 5: Inizia a trattarti come un brand

Una volta identificato il cuore del tuo brand, così come il tuo target di riferimento, è il momento di iniziare a vederti come un brand.

In pratica, come devo apparire?

In ogni comunicazione con il tuo pubblico, sia che si tratti di un post su un blog, un’email, un podcast o un post sui social media, rimani fedele al messaggio del tuo brand.

Parla costantemente dei problemi che risolve, incoraggia costantemente il tuo pubblico e dai costantemente voce al messaggio del tuo brand.

Rafforza costantemente la tua Unique Service Proposition in tutto ciò che fai.

Il tuo obiettivo è quello di ritrarre te stesso come un marchio forte e convincente, e non solo come una persona comune.

Devi trattare te stesso come se fossi veramente: Un brand potente che ha un messaggio forte.

Step 6: Ottimizza il tuo sito web

È giunto il momento di ottimizzare la tua presenza online in modo che corrisponda al tuo marchio.

Inizierai con il tuo sito web, dato che questo funziona come la tua “base di partenza”. 

Il tuo sito web è uno dei luoghi principali in cui le persone imparano a conoscere chi sei e cosa fai.

Il tuo sito web funziona anche in qualità di uno dei principali modi in cui trasformi i visitatori in clienti paganti, e deve essere ottimizzato per questo.

Il design del tuo sito web deve essere impeccabile.

Le prime impressioni sono molto importanti quando si tratta del tuo sito web. 

Secondo uno studio accademico, infatti, il 94% della prima impressione di qualcuno si basa sul design, e ci vogliono solo 50 millisecondi per fare una buona prima impressione!

I visitatori dovrebbero essere in grado di determinare immediatamente come puoi aiutarli a risolvere i loro problemi.

Se non ci riescono, ci sono buone probabilità che se ne vadano

Quindi, come ottimizzare il tuo sito per far sì che rifletta il tuo brand?

  • Fai progettare un logo professionale – Un logo professionale mostra alle persone che fai sul serio e che ti tratti davvero come un brand.
  • Mostra la tua Unique Service Proposition – Dal momento in cui arrivano sul tuo sito web, i visitatori dovrebbero vedere il tuo USP. E’ ciò che li attirerà sul tuo sito e li spingerà ad indagare di più.

Idealmente, il tuo USP sarà in prima linea e al centro del tuo sito web, in modo che sia la prima cosa che le persone vedranno.

Dovrebbe essere impossibile non vederlo. Dovrebbe funzionare come il titolo principale di un giornale.

  • Usa fotografie professionali – Chiedi a un fotografo professionista di scattarti foto di alta qualità. Le foto di bassa qualità alla fine si rifletteranno male sul tuo brand.
  • Utilizza le testimonianze – Le testimonianze sono la prova che si possono davvero risolvere i problemi delle persone. Se sei apparso su qualche media, mostra anche queste credenziali sul sito.
  • Mostra una chiara call-to-action – In ultima analisi, vuoi che le persone agiscano quando sono sul tuo sito web. Vuoi che si iscrivano alla tua mailing list, che guardino il tuo webinar o che si iscrivano per una consulenza gratuita. Dai ai visitatori una chiara chiamata ad un’azione.
  • Crea una pagina “Informazioni” convincente – Sul tuo “About”, racconta la tua storia. Come sei arrivato dove ti trovi attualmente? Cosa ti motiva a servire il tuo pubblico? Perché fai quello che fai?
  • Crea una pagina di servizi – Se vuoi che i clienti ti assumano, è importante avere una pagina di servizi chiara in cui spieghi cosa hai da offrire.
  • Regala risorse gratuite – Uno dei modi migliori per costruire il tuo brand è quello di regalare contenuti gratuiti sul tuo sito web. Potrebbe essere qualsiasi cosa, dai post del blog, ai video fino a un eBook. Regalare contenuti in cambio dell’indirizzo email di un visitatore è anche un ottimo modo per far crescere la tua lista di email.
  • Crea una pagina di contatto – Ovviamente vuoi un modo per far sì che le persone si mettano in contatto con te. Questo avviene principalmente attraverso la tua pagina di contatti sul tuo sito web.

Step 7: Sviluppa una strategia dei contenuti

Il modo principale per costruire il tuo brand è la creazione di contenuti strategici. 

Per contenuto intendo i post del blog, i video, i post dei social media, le e-mail, i podcast e simili.

Ogni contenuto che condividi con il tuo pubblico dovrebbe servire a costruire il tuo brand.

Lo sviluppo di una strategia di contenuti in modo strategico è uno dei modi più importanti per garantire che il tuo brand sia sempre presente.

Quando si tratta della tua strategia di contenuto, si raccomanda il “Pillar Content” (anche chiamato Pillar Page o Content Pillar), un termine coniato da Gary Vaynerchuk.

Il Pillar Content funziona come segue:

  • A intervalli prestabiliti (ogni giorno, ogni settimana, ecc.) crea un contenuto “Pillar” più lungo – Questo potrebbe essere un post sul blog, un video o un eBook. Il punto è che deve essere più lungo, in modo da poter essere riutilizzato in molti modi. 
  • Prendi il contenuto Pillar e taglialo in pezzi più piccoli e condivisibili – Quindi, se hai un video di 10 minuti, trova tre parti di quel video che possono essere condivise da sole ed estrai quelle clip. Se hai un post di 1.000 parole del blog, estrai cinque frammenti di 100 parole che possono stare in piedi da soli.
  • Condividi i contenuti più piccoli su tutti i tuoi canali – Una volta creati i contenuti più piccoli, li pubblicherai su tutti i tuoi canali, inclusi Facebook, Instagram, LinkedIn, Twitter ed e-mail.
  • Ripeti il processo più e più volte – La chiave è la coerenza. Condividendo in modo coerente il messaggio del tuo brand, costruirai costantemente il tuo pubblico.

Usando il “Pillar Content” per la tua strategia di contenuto, ti assicurerai che ogni contenuto che posti sia sempre sul brand.

I tuoi post su Facebook, i video di Instagram, i post del blog, i video di YouTube e le e-mail parlano sempre del tuo messaggio del brand al tuo pubblico.

Step 8: Aggiungi costantemente valore al tuo pubblico

Quando si tratta di costruire il tuo brand, è essenziale che tu dia costantemente valore al tuo pubblico senza chiedere nulla in cambio. 

Sì, ci saranno momenti in cui inviterai le persone ad acquistare da te o a diventare clienti, ma non vuoi che questo sia il tema principale del tuo brand.

La cosa principale che la gente dovrebbe portarsi via quando interagisce con il tuo brand è il valore che fornisci.

Il modo principale in cui fornisci valore è attraverso la tua strategia di contenuto.

Questo è il motivo per cui è così fondamentale mettere costantemente a disposizione nuovi contenuti.

Se non si pubblicano nuovi contenuti, non si dà valore.

Passo 9: Creare una community

Uno dei modi migliori per costruire il tuo brand è quello di costruire una community in cui tu e i membri possiate aiutarvi a vicenda.

Il valore nella costruzione di una community attorno al tuo brand è che coinvolge gli altri nell’aiutare a promuovere il tuo brand.

Si crea una tribù di persone appassionate che si preoccupano delle stesse cose che fai tu.

Come puoi costruire una community?

  • Crea un gruppo privato su Facebook – Le persone possono interagire tra loro, condividere idee, interagire con te e porre domande.
  • Organizza eventi dal vivo – Gli eventi dal vivo ti permettono di incontrare i membri della tua tribù di persona. Coffee meetup, workshop, master e cene private sono tutti ottimi modi per approfondire i tuoi rapporti con loro.
  • Crea un sito per i membri – Con un piccolo canone mensile, puoi dare alle persone l’accesso esclusivo a te e ai contenuti che fornisci. Puoi anche dare loro accesso a cose come call di gruppo ogni mese, webinar live, e un forum dove possono interagire con te e con gli altri membri.

Ora è il momento di costruire il tuo brand

Hai un brand personale, che tu lo voglia o no. 

Ogni singola cosa che condividi con il tuo pubblico aggiunge o toglie valore al tuo brand personale. Devi assolutamente essere consapevole di voler costruire il tuo brand.

Per fortuna, non è particolarmente difficile costruire un brand personale.

Ecco un breve riassunto di ciò che è stato trattato:

  • Identifica ciò che ti interessa.
  • Definisci il tuo pubblico di riferimento.
  • Determina la tua USP (Unique Service Proposition)
  • Trattati come un brand.
  • Crea il tuo irresistibile sito web.
  • Crea la tua strategia di contenuto.
  • Offri costantemente il meglio al tuo pubblico.
  • Costruisci la tua community.

Più fai queste cose, più costruisci il tuo brand e più attiri un pubblico di fan entusiasti.

Evita di aspettare ancora per costruire il tuo brand personale.

Comincia oggi stesso! Il tuo pubblico ha bisogno di te.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER PER GLI AGGIORNAMENTI

Se ti piacciono gli articoli di quickblogging.it iscriviti alla newsletter! Riceverai i nuovi articoli pubblicati sul sito ed offerte dedicate agli iscritti.


1 Condivisioni
Leave a Reply