Come creare una strategia di successo per il tuo blog (2020)

Scopri come creare ed eseguire una strategia di blogging di successo che abbia un impatto positivo sui profitti della tua azienda.
Condividi:
Strategie di blogging come creare un blog che converte

Lo sapevi che il 55% dei marketer dice che il blogging è la loro priorità principale per il marketing inbound? Lo sapevi anche che questi marketer hanno 13 volte più probabilità di vedere il proprio ROI positivo rispetto ai marketer che non investono nel blogging?

Nell’ultimo decennio circa, le aziende hanno aumentato i loro ricavi, migliorato la consapevolezza del loro brand e incrementato le conversioni con contenuti di valore pubblicati per il loro target di riferimento e per i loro clienti. 

La chiave è che il contenuto del loro blog è prezioso – non basta avere un blog, ci deve essere uno scopo o una ragione per la sua esistenza.

Quindi, come si può creare e mantenere un blog di successo che fornisca al proprio target di riferimento contenuti validi e di alta qualità, il tutto mentre si costruisce la reputazione della propria azienda come leader ed esperto del settore?

La risposta è con una strategia di marketing per il blog.

Prima di vedere i passi della strategia di marketing per il tuo blog, dai un’occhiata alla mia guida su come creare un blog di successo.

Bene, una volta che hai lavorato attraverso le fasi di creazione di un blog di successo, puoi applicarle per creare una strategia più ampia che promuova e commercializzi i tuoi contenuti al tuo target di riferimento.

#1. Stabilisci lo scopo del tuo blog.

La prima parte dello sviluppo della tua strategia di marketing richiede una chiara definizione dello scopo del tuo blog. Hai determinato l’argomento su cui il tuo blog si concentrerà, ma non è necessariamente questo il suo scopo.

Quando pensi allo scopo del tuo blog, chiediti: “Perché esiste questo blog?

Dovresti essere in grado di rispondere a questa domanda in un’unica, semplice, definizione. 

Se hai bisogno di aiuto per definire lo scopo del tuo blog, prenditi un momento per farti queste domande:

  • Qual è lo scopo più grande che la mia azienda sta cercando di raggiungere?
  • Quale è la storia che sta dietro a questo scopo?
  • Chi condivide la mia passione per questo scopo?
  • Il mio team è allineato con il significato di questo scopo?

#2. Mantieni sempre il tuo acquirente in cima alla tua mente.

Quando scrivi, gestisci e pianifichi il tuo blog – o lavori su qualsiasi cosa relativa al tuo blog, tieni – sempre – i tuoi acquirenti in cima alla tua mente. I tuoi buyer sono i tuoi clienti target, o il gruppo di persone a cui intendi vendere il tuo prodotto/servizio.

Chiediti: “Chi sono i miei clienti ideali?” e “Perché hanno bisogno del mio prodotto o servizio?” 

Una volta che avrai risposto a queste domande in modo dettagliato, sarai in grado di individuare la tua o le tue personalità di acquirenti.

Una volta creato il tuo buyer personas, documenta una descrizione dettagliata di chi è questa persona in modo da poterla consultare per far crescere il tuo business e il tuo blog. 

Dovresti essere in grado di fare riferimento a questa descrizione ogni volta che scrivi un nuovo post sul blog.

In questo modo, sarai in grado di creare contenuti specificamente adatti ai desideri, alle esigenze, alle sfide e/o ai punti dolenti dei tuoi clienti target. 

Questo ti aiuterà anche a trasformare il tuo blog in un potente strumento di conversione dei lead per il tuo business (cioè il tuo blog mostrerà ai tuoi lettori e al pubblico target perché hanno bisogno del tuo prodotto o servizio).

Per ottenere una comprensione più approfondita delle azioni che i tuoi acquirenti probabilmente intraprenderanno, fai una ricerca sui comportamenti del tuo target di riferimento in modo da poter adattare e personalizzare i contenuti del tuo blog per soddisfare le loro esigenze in un modo che li spinga a convertirsi in qualche modo. 

Per condurre questo tipo di ricerca sui clienti, puoi utilizzare questo tipo di ricerca:

  • Forum di domande e risposte (Quora, Yahoo! Answers)
  • Social media (gruppi LinkedIn, Twitter)
  • Strumenti per la creazione di contenuti all’interno del tuo settore o della tua nicchia (BuzzSumo)
  • Altri blog (commenti e interazioni su blog simili al tuo; i blog dei tuoi concorrenti)

#3. Tieni d’occhio la concorrenza.

Parlando dei blog dei tuoi concorrenti, è importante tenere d’occhio questi altri leader nel tuo settore. I tuoi concorrenti forniscono informazioni su ciò che funziona (o non funziona) in termini di contenuti del blog tra il tuo target di riferimento.

Inoltre, ti dice anche qualcosa su ciò che stanno sperimentando e su ciò che dovrai realizzare per distinguerti e fornire ai tuoi lettori contenuti di valore che non possono ottenere da nessun’altra parte – qualcosa di unico per il tuo business e solo per il tuo business.

Crea una lista di 5-10 dei tuoi concorrenti più simili al tuo blog su cui potresti condurre un audit dei contenuti. Fai delle conclusioni sul tipo di contenuti che condividono, sulle tecniche uniche che hanno implementato nel loro blog e su come si stanno comportando in termini di ranking per le parole chiave per le quali speri di ottenere un posizionamento.

Poi, ricerca le lacune nei loro contenuti in modo da poterli capitalizzare. Per aiutarti a farlo, usa strumenti come SEMRush.

#4. Effettua attività SEO e ricerca di parole chiave.

Quando uno dei tuoi clienti cerca una frase su Google (o su un qualsiasi motore di ricerca), vuoi che trovino il tuo blog (o pagina web), non quello di un concorrente. 

Per fare questo, dedica un po’ di tempo alla ricerca di quali parole chiave (e frasi) il tuo target di riferimento sta digitando nei motori di ricerca, in modo da poterle includere nei post del tuo blog.

In altre parole, migliorerai significativamente le tue possibilità di posizionarti nella pagina dei risultati dei motori di ricerca (SERP) eseguendo un’adeguata ottimizzazione dei motori di ricerca (SEO) e una ricerca per parole chiave prima di scrivere il tuo post sul blog, e poi incorporando tali risultati nei tuoi contenuti.

Inizia creando una lista di 5-10 gruppi di parole chiave per le quali desideri ottenere un posizionamento, insieme alle parole chiave a coda lunga correlate, nella SERP.

Ricorda, gli algoritmi di Google cambiano costantemente per diventare più intuitivi – il che significa che le vecchie tattiche danneggiano il tuo posizionamento nella SERP. Invece, è meglio scrivere un copy che coinvolga prima il tuo  pubblico e poi i motori di ricerca.

#5. Decidi dove distribuire i contenuti del tuo blog.

Stabilisci strategicamente dove distribuire i contenuti del tuo blog. 

Fra le varie modalità e piattaforme attraverso le quali potresti distribuire i tuoi contenuti vi sono i social media, come Facebook o LinkedIn, e le piattaforme di pubblicazione online, come Medium. Potresti anche lavorare con leader del settore, esperti e influencer per condividere i tuoi contenuti sui loro siti web e profili sociali.

#6. Aggiorna e riadatta i contenuti.

La creazione di contenuti per il blog può richiedere molto tempo, soprattutto quando si mira a ottenere l’autorità nella propria nicchia con post ricercati, ponderati e pianificati.

Questo è il motivo per cui l’aggiornamento, la ridefinizione e la ripubblicazione dei contenuti del tuo blog esistente è così prezioso – ti fa risparmiare tempo ed energia, ma ti permette anche di raggiungere in modo efficiente i risultati che stai cercando.

Cosa voglio dire con questo? 

Beh, la classificazione nella SERP con un nuovo post richiede molto più tempo (parlo di mesi) di un post aggiornato. In altre parole, vedrai un impatto più rapido se inizierai a rielaborare i tuoi post esistenti piuttosto che creare solo nuovi contenuti.

Controlla i tuoi post esistenti sul blog per determinare cosa puoi riadattare e aggiornare.

I contenuti obsoleti da rimuovere e/o sostituire potrebbero includere statistiche, esempi, infografiche, citazioni, dettagli di prodotti o servizi, ricerche e idee irrilevanti. Puoi anche aggiungere parole chiave che hai determinato che mancano attraverso la tua ricerca.

#7. Promuovi i contenuti del tuo blog.

Probabilmente è lecito supporre che vorrai che i contenuti del tuo blog siano il più possibile visibili. In termini di strategia di blogging, questo si riferisce alla tua capacità di far conoscere il tuo contenuto in modo che i membri del tuo target lo trovino, lo leggano e (si spera) lo condividano.

Ci sono molte tattiche che puoi usare per promuovere il tuo blog. Abbiamo toccato alcune possibilità in precedenza, ma un’altra forma comune di promozione efficace del blog prevede una strategia di influencer marketing.

Per iniziare, individua gli influencer chiave nella tua nicchia o settore che vuoi contattare e con cui vuoi lavorare. Questi dovrebbero essere persone che i tuoi attuali clienti e il tuo target di riferimento percepiscono come credibili, affidabili… e, sì, influenti.

Quando inizi a creare e gestire le tue connessioni con gli influencer, rimani in contatto regolare con coloro che promuovono i contenuti del tuo blog. 

Assicurati di sapere cosa stanno facendo per sostenere, condividere e promuovere i contenuti del tuo blog e che le loro tattiche siano conformi agli standard della tua azienda – vuoi essere sicuro che rappresentino il tuo marchio in modo accurato. 

Dopo tutto, è probabile che li paghi per promuovere i tuoi contenuti tra il loro pubblico.

Puoi rendere ancora più forte il tuo rapporto con i tuoi influencer interagendo regolarmente con i loro contenuti per mostrare il tuo sostegno. 

Ad esempio, se stai lavorando con un influencer che ha anche un blog, allora vai sul suo blog e leggi, commenta e condividi i suoi contenuti (anche quando i contenuti che pubblicano non sono necessariamente legati al tuo business). 

Cresci di più con una strategia di blogging efficace

Coltivare un blog autorevole nella tua nicchia è un modo sicuro per nutrire i tuoi potenziali clienti. 

Creando contenuti regolari che risolvano le problematiche dei tuoi lettori e soddisfino le loro più grandi curiosità, comincerai a costruire una volta per tutte la fiducia e la promozione. 

Questo contribuirà inevitabilmente al successo generale della tua attività. 

Comincia con il tuo scopo – il grande perché – e lentamente scomponi le singole leve che contribuiranno alle performance di marketing del tuo blog attraverso i passi e la strategia esaminate sopra.

Buon Blogging!

Riccardo

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER PER GLI AGGIORNAMENTI

Se ti piacciono gli articoli di quickblogging.it iscriviti alla newsletter! Riceverai i nuovi articoli pubblicati sul sito ed offerte dedicate agli iscritti.


Leave a Reply