WordPress.com Recensione 2021

La più famosa piattaforma di blog ospitata. Uno dei modi più veloci per creare un blog gratuito.

Leggi di più

Se hai passato un po’ di tempo su internet nell’ultimo decennio, probabilmente hai sentito il nome WordPress. Lanciato nel 2005, WordPress.com (che non va confuso con WordPress.org) è un popolare servizio di hosting di blog freemium che viene utilizzato da alcuni marchi importanti come BBC, Reuters e Sony. Ci sono oltre 50 milioni di utenti su questa piattaforma, o almeno che molte persone hanno cercato di usarlo. 

Ulteriori letture: Qual è la differenza tra WordPress.com e WordPress.org?

Caratteristiche principali

Creazione di un profilo

Per prima cosa, dovrai pensare al nome del tuo blog, ovvero un dominio che otterrà automaticamente un’estensione gratuita “.wordpress.com” (il che significa che il nome del blog assomiglierà a questo nomeutente.wordpress.com). Dopodiché, dovrai fornire e-mail, password e un nome utente (il tuo nome utente sarà automaticamente la parte del tuo nome del blog come mostrato sopra).

Una volta scelto un dominio personalizzato, vedrai automaticamente il suo prezzo accanto ad esso. Tuttavia, puoi procedere con la versione gratuita di .wordpress.com (che ti consiglio di fare prima di tutto per testare il sistema). Dopo aver scelto il tema del design per il tuo blog, l’unica cosa che resta da fare è scegliere il tuo piano.

Puoi decidere se proseguire gratuitamente o a pagamento, ma ogni piano a pagamento offre una prova gratuita di due settimane. Dovrai fornire i dati della tua carta di credito, ma non preoccuparti, tutto viene gestito in modo professionale.

La facilità d’uso e la dashboard

La homepage è divisa in cinque sezioni, ma questo non è molto ovvio all’inizio. Nell’intestazione si trovano due icone a sinistra e tre a destra. In ordine, sono – My Site, Reader, New Post, Profile, e Notifications.

  • Su “My Site”, otterrai un rapido accesso a tutti gli elementi essenziali per il buon funzionamento del tuo blog. Alcune delle opzioni ti porteranno direttamente alla dashboard, denominata WP Admin (la sezione sarà ripresa in seguito). Per ora, devi sapere che la dashboard è il centro dell’amministrazione del blog. Essa fornisce l’accesso alle statistiche, ai post e alle pagine, ai temi e ai menu, alle impostazioni degli utenti, alla gestione degli account e molto altro ancora.
  • Il “Reader” è il luogo in cui si gestiscono le iscrizioni ad altri blog. Puoi vedere cosa c’è nella tua lista (o nelle tue liste), chi è consigliato, puoi cercare per tag, o puoi trovare i tuoi amici dai social network. Puoi anche tenere traccia dei commenti che hai fatto e dei post che ti piacciono.
  • La sezione “Posts” ha tutte le funzioni di base che un editore dovrebbe avere. Dagli strumenti di formattazione ai tag, alle categorie, al calendario di pubblicazione e molto altro ancora. Per i più avventurosi, puoi modificare il tuo post in HTML.
  • La sezione “Profile” è autoesplicativa, ed è possibile gestire le impostazioni del proprio account, la fatturazione, la sicurezza e altre cose relative al proprio account.
  • La sezione “Notifications” è dove troverai tutte le statistiche, qui potrai vedere chi ha fatto cosa sul tuo blog.

Temi e strumenti

Quando si tratta di temi relativi al design, sono numerosi (oltre 300) e ce ne sono alcuni interessanti. Sebbene sia possibile cercarli per categorie, popolarità e data di pubblicazione, probabilmente li cercherai per tipologia gratuita o premium (a pagamento). Non c’è discriminazione tra questi due tipi quando si tratta di design e c’è una vasta gamma di prezzi quando si tratta di quelli premium.

Se guardi nella biblioteca, puoi vedere i prezzi che vanno da $18 a $175, ma la maggior parte di essi saranno nella fascia di prezzo da $60 a $80.

Non importa quale tema sceglierai, sarai in grado di personalizzarlo a seconda dello stile e del piano che sceglierai. Tuttavia, l’inconveniente è che non è possibile caricare i propri temi.

Spazio di archiviazione, affidabilità e tempo di attività

Quando si tratta di affidabilità e tempi di attività, WordPress.com è sinonimo di serietà. È costantemente al top indipendentemente dal piano che hai scelto. Tuttavia, il tuo spazio di archiviazione dipenderà da questo. Il piano gratuito ti dà 3GB di spazio, Premium 13GB e Business è illimitato.

Aiuto e supporto

A seconda del tuo piano, otterrai vari livelli di aiuto e supporto. Mentre il piano Free ti dà solo un supporto di community, essenzialmente la loro base di conoscenza degli articoli, che è enorme e molto utile. Ci sono anche forum ufficiali dove probabilmente troverai qualcuno che già condivide il tuo problema e potenzialmente lo ha già risolto.

Tuttavia, con il piano Premium riceverai il supporto diretto via email e il Business plan ti darà il supporto in live chat. Anche se questo può sembrare un extra, se il tuo blog è il tuo business, è fondamentale risolvere qualsiasi problema nel più breve tempo possibile.

Caratteristiche avanzate

Opzioni di hosting e prezzi

WordPress.com è essenzialmente un provider di blogging gratuito, ma ha alcune limitazioni. Il piano gratuito offre un blog che è sufficiente per i dilettanti. Sarai limitato con – .wordpress.com dominio, solo 3GB di spazio, e potrebbe mostrare alcuni annunci. Se hai bisogno di un blog per motivi professionali o commerciali, vorresti rimuovere queste limitazioni.

Un piano premium costa 99 dollari all’anno e rimuoverà gli annunci, ti darà 13 GB di spazio e un dominio personalizzato, tra le altre cose. Un piano commerciale costa $299/anno e ti darà spazio illimitato, e-commerce e altre funzioni avanzate.

A seconda delle tue esigenze, un piano gratuito può sembrare troppo limitato, ma tieni presente che se hai bisogno di un blog personale, ne otterrai uno molto simpatico.

Gestione dei contenuti

La gestione dei contenuti è facile, ma dipende dal tuo piano. Questa recensione è stata fatta con il piano premium, ma ci sono delle variazioni all’interno. Anche se non ci sono grandi difetti con qualsiasi opzione, più si paga, più si può ottenere.

Elementi di base come il filtraggio dello spam, la moderazione dei commenti o la gestione dei metadati sono disponibili in tutte le opzioni, ma i temi personalizzabili, l’editor CSS o Google Analytics sono disponibili solo nei piani a pagamento. Si tratta di pignoleria, ma quando si parla di affari seri, la pignoleria è ciò che prevarrà nella tua decisione.

Detto questo, la gestione dei contenuti su WordPress.com è abbastanza piacevole, anche sul piano gratuito.

Conoscenza di HTML e CSS

La conoscenza di HTML e CSS non è necessaria per avere un blog su WordPress.com. Tutto è funzionale senza di esso, ma se vuoi portare le cose al livello successivo, puoi farlo. Nei suoi piani a pagamento, si può intervenire sul codice. Tuttavia, se desideri il controllo totale sul tuo sito, forse dovresti dare un’occhiata a WordPress.org.

Promozione e monetizzazione

I motori di ricerca amano WordPress e WordPress ama i motori di ricerca. Ci sono decine di widget che si possono usare e tutto è SEO friendly. Tuttavia, tieni presente che più si paga, più si può avere. Un piano gratuito potrebbe non essere sufficiente per te se hai bisogno di un negozio online, ma un piano aziendale ti darà tutto ciò di cui hai bisogno. Il lato negativo di WordPress.com è che non potrai utilizzare soluzioni pubblicitarie di terze parti.

Pro

  • altamente personalizzabile
  • centinaia di bellissimi temi (gratuiti)
  • decine di widget
  • eccellente soluzione all-in-one

Contro

  • un po’ di confusione per i nomi di dominio durante la configurazione
  • in confronto, il piano gratuito è piuttosto limitante
  • la curva di apprendimento è discreta

Conclusione

Quando si tratta di WordPress.com, ci sono poche cose che non sono a favore di questo fornitore di blog. È in giro da un bel po’ di tempo e la sua community è molto vasta. A differenza del suo gemello fraterno WordPress.org, questo è un servizio ospitato, quindi non devi preoccuparti di scaricare e installare un software. Tuttavia, quando si tratta di soluzioni hosted, non sempre si ha il controllo al 100% sul proprio blog.

Se vuoi possedere i tuoi contenuti e magari abbattere alcuni costi, insieme ad un dominio personalizzato (che non si ottiene nel piano WordPress.com gratuito), forse dovresti cercare su WordPress.org o altre piattaforme di blogging.

close

Scarica ora la tua Checklist Gratuita

Oltre 10.000 parole e 46 punti sulle cose da fare prima di avviare un blog di successo!

No spam! Leggi l'Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Default image
Riccardo Virtuoso
Mi chiamo Riccardo Virtuoso e sono un consulente SEO ossessionato da WordPress, web performance e affiliate marketing - oltre alla SEO ovviamente ;). Ora, sto condividendo tutto ciò che so per aiutarti a costruire un business online redditizio.